un volo

Sotto un cielo che brucia nel cuore, dentro a parole di fuoco che brillano e scivolano come serpenti tra le mani, senza mai fermarsi, ritrovo me stessa.
Sull'orlo del baratro spicco il volo, senza voltarmi.
Spicco il volo.

1 commenti:

  giardigno65

31 marzo 2009 06:08

Quando il cielo dell'odio ti avrà persa
latrerò invano la mia nostalgia
Armando Uribe